Prossimi appuntamenti :





novembre - febbraio
Scuole Campanarie 2018 - 2019: San Lorenzo Isontino
  apri il programma »




Promuovere la tradizione campanaria del Goriziano

Foto del campanile di Aquileia, parzialmente coperto dalle chiome dei cipressi

Progetto

«Campanari del Goriziano» è un progetto che nasce dal desiderio di salvaguardare, valorizzare e promuovere la secolare tradizione campanaria presente ed attiva nel Goriziano. Si propone di essere un punto di riferimento per tutte le squadre di campanari della nostra terra e si caratterizza come gruppo di persone che condividono una «passione» in comune e che svolgono un servizio alle comunità.

Basandosi sulla ricca esperienza tramandata, si desidera rafforzare l'arte dello scampanio, per garantire una continuità e per non disperdere il patrimonio espresso dai singoli gruppi.

Dal santuario di Monte Santo ci si rivolge al Goriziano, ossia al territorio che, con Gorizia centro geografico e culturale, comprende la valle dell'Isonzo, del Vipacco, il Collio, il Carso Goriziano, la Bisiacaria, Grado, la Bassa Friulana, il Gradiscano ed il Cormonese.


Obiettivi


promuovere la tradizione campanaria

  • favorire occasioni di incontro e conoscenza tra tutti i campanari e i simpatizzanti, in particolare con un incontro annuale itinerante nelle località del Goriziano;
  • incentivare e far conoscere le gare e le rassegne campanarie organizzate dai singoli gruppi;
  • far riscoprire l'arte dello scampanio, in particolare nelle zone dove la tradizione è già scomparsa.

ricerca storica e musicale

  • promuovere e sostenere attività di ricerca che riguardino la storia e la catalogazione delle nostre campane e dei nostri campanili ed il ruolo delle campane dal passato ad oggi;
  • raccogliere e trascrivere le melodie presenti nel territorio.

proposte

  • offrire, su richiesta, la disponibilità di alcuni suonatori in occasione di particolari celebrazioni diocesane o parrocchiali, in località sprovviste di campanari;
  • costituire una «commissione per le campane», col compito di offrire una consulenza in occasione del restauro dei campanili.